La nostra
tecnologia


TELECOMANDATO SHIMADZU SONALVISION G4

Si tratta di una apparecchiatura digitale di ultima generazione con Tomosintesi integrata e Fluoroscopia con riduzione della dose grazie alla modalità pulsata e la possibilità di eseguire studi dinamici fino a 15 fotogrammi per secondo (fps).

Con la sua elevata risoluzione delle immagini permette di eseguire:

  • Radiologia Tradizionale: tutti i segmenti scheletrici
  • Studi dinamici articolari: studi Cine-RX in movimento dell’anca, della spalla e della mano
  • Studi contrastografici: videofluorografie della deglutizione, esami contrastografici gastro-enterici e cistouretrografie con tecnica Cine-RX
1Clicca qui per approfondire

La Radiologia Digitale con Tomosintesi apre una nuova era nell’imaging diagnostico.

Il Centro Radiodiagnostico Studio Futura, al fine di fornire ai propri Pazienti sempre prestazioni di elevata qualità, si è dotato di un nuovo apparecchio di radiologia:
SONIALVISION G4 SHIMADZU TELECOMANDATO DIGITALE DIRETTO

Il nostro apparecchio radiologico G4 è in grado di eseguire in tempi brevissimi e con sensibile riduzione della dose di radiazioni esami radiografici di tutto il corpo compresa la teleradiografia della colonna in toto in ortostasi e la teleradiografia degli arti inferiori (fig.1)

La radiologia tradizionale ha ancora oggi ampissimi campi di applicazione; un esame di radiologia ben eseguito e correttamente interpretato del Radiologo consente spesso di formulare la diagnosi evitando al Paziente altri esami con ulteriore esposizione ai dannosi raggi X ed aumento dei costi in generale.

L’apparecchio G4 è dotato della nuovissima tecnologia chiamata “TOMOSINTESI DIGITALE”.

La Tomosintesi Digitale consente di ottenere multiple sezioni (strati di immagini) prive di sovrapposizioni dell’intervallo di separazione minimo di 1 mm (fig.2,3).

La Tomosintesi Digitale è una tecnica “problem-solving” che come dice la parola risolve il problema diagnostico in poco tempo e con bassa dose di radiazioni e costi estremamente contenuti.

Il nuovo apparecchio telecomandato Digitale Diretto SHIMADZU Sonialvision G4 è dotato di un detettore digitale da 17×17 pollici in grado di acquisire immagini seriali ad una velocità di 15 fotogrammi per secondo.

In corso di ingestione di boli progressivi di mdc baritato è possibile eseguire VIDEOFLUOROGRAFIE DELLA DEGLUTIZIONE e studi morfologici e funzionali dell’esofago.

Lo studio radiologico della deglutizione, associato all’esame dell’esofago, è una metodica cineradiografica digitale che consente la valutazione delle disfagie.

La metodica è oggi possibile grazie all’avvento di apparecchiature digitali di avanguardia.

L’esame viene filmato e fornito allo Specialista su CD (fig.4).

CT NEWTOM 7G

E’ una apparecchiatura di Tomografia Computerizzata CB multiscan body con estese applicazioni cliniche.
E’ possibile studiare tutte le aree anatomiche e scheletriche del corpo umano.

Si ottengono immagini ad altissima definizione per la diagnosi di micro-strutture e articolazioni complesse anche in esiti di post-intervento con minimi artefatti metallici da mezzi di osteo-sintesi.
Grazie ai suoi sistemi innovativi di ottimizzazione e riduzione al minimo della dose si possono eseguire casi pediatrici (EcoScan, SafeBeam).

Applicazioni principali:

  • ORTOPEDIA : valutazione di tutte le articolazioni e di segmenti della colonna vertebrale;
  • OTORINOLARINGOIATRIA: diagnosi di patologie delle vie aeree oltre che visualizzazione della catena ossiculare, canali semicircolari e delle strutture adiacenti;
  • ODONTOIATRIA E CHIRURGIA IMPLANTARE E ORTOGNATICA: analisi dentali e maxillo-facciali oltre che dell’articolazione temporo-mandibolare.
1Clicca qui per approfondire

CBCT MULTI-SCAN BODY PER APPLICAZIONI CLINICHE ESTESE

NewTom 7G è un evoluto dispositivo CBCT con un'apertura del gantry di grandi dimensioni.
Dal micro dettaglio alla massima visione.

Per la prima volta la tecnologia Cone Beam può essere applicata a tutti i distretti anatomici, incluse colonna vertebrale, spalla e anca.
Inoltre, NewTom 7G può accogliere pazienti sovrappeso, grazie al lettino motorizzato con capacità di carico superiore (max 215 kg).

Allo stesso tempo NewTom 7G presenta tutte le funzionalità e gli automatismi per adattare FOV e dose raggi alla corporatura del paziente, in particolare in età pediatrica.

Con una risoluzione fino a 90 μm, si possono analizzare con la massima precisione strutture piccole e complesse come quelle dell’orecchio interno.

Il lattino motorizzato, con il paziente in posizione distesa, limita il rischio di artefatti determinato da movimenti incontrollati e garantisce una semplice e accurata centratura dei FOV, contribuendo alla certezza del risultato con ponderata esposizione ai raggi X.

Dall’ampia accessibilità del dispositivo derivano molteplici protocolli di acquisizione, che vanno dall’esame statico Ray2D allo studio della dinamica articolare con protocollo CineX, fino alla diagnostica approfondita volumetrica in 3D ad altissima definizione dei tessuti ossei.



OPERATIVITÀ OTTIMALE PER RISULTATI CERTI.

Flusso di lavoro automatizzato, con possibilità di personalizzare i protocolli.
Funzioni software per elaborazioni immagini evolute.

NewTom 7G offre automatismi che agevolano il lavoro e limitano le difformità insite nelle procedure manuali, garantendo il miglior risultato in tempi minimi.

Tramite le multi-consolle e/o il monitor touch-screen a bordo macchina si può gestire la centratura assistita del paziente con scout multiple e Cine-Scout, oltre che selezionare i FOV e i parametri radiologici. Inoltre il Radiologo ha la possibilità di personalizzare i protocolli per specifiche esigenze diagnostiche.

La reportistica può giovarsi delle funzioni evolute del software NNT, con possibilità di elaborazione e condivisione specifiche per diverse specializzazioni mediche.

Un’analisi multiplanare con orientamento personalizzato permette di valutare i distretti anatomici da differenti angolazioni. Tutti gli esami sono perfettamente compatibili tramite formato DICOM, condivisi tramite NNT Viewer, o stampati in scala 1:1.

RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE ESAOTE S-SCAN

La nostra Risonanza Magnetica aperta da 0,25T grazie alle diverse bobine dedicate permette lo studio di vari distretti anatomici:

  • ARTI INFERIORI: anca, ginocchio, caviglia e piede.
  • ARTI SUPERIORI: spalla, gomito, polso e mano.
  • COLONNA LOMBO-SACRALE

ATM (articolazione temporo-mandibolare)

La RM S-scan Premium con le sue sequenze innovative e tecnologia all’avanguardia è sinonimo di alta qualità delle immagini e confort per il paziente, anche claustrofobico.

1Clicca qui per approfondire

Studio Futura Srl si è dotato di una nuova apparecchiatura di RISONANZA MAGNETICA di ultima generazione.

Si tratta di un sistema RM aperto Esaote S – Scan con tecnologia EXP in grado di eseguire gli studi di tutte le articolazioni grandi e piccole nonché della colonna lombo-sacrale.

La nuova RM grazie all’architettura del suo magnete a forma di “C” è l’ideale per i Pazienti claustrofobici e per tutti coloro che mal sopportano gli ambienti chiusi.

Il nuovo sistema RM è dedicato all’esame di: ginocchio, spalla, anca, colonna lombo-sacrale, articolazione temporo-mandibolare, caviglia e piede, gomito, polso e mano.

Negli ultimi trent’anni la Risonanza Magnetica (RM) ha assunto un ruolo sempre più importante, perché consente di visualizzare non solo le strutture ossee, ma anche le parti molli (menischi, legamenti, tendini e cartilagini, dischi intervertebrali).

La RM non utilizza radiazioni ionizzanti (raggi X) ed è pertanto un esame ritenuto innocuo.

Nel ginocchio i menischi ed i legamenti sono spesso lesionati da traumi sportivi distorsivi e la loro rottura è ben più frequente di una frattura ossea (Immagine 1A e Immagine 1B).


Nella spalla le lesioni più frequenti interessano i tendini della cuffia dei rotatori. Si tratta di patologie degenerative talora aggravate da traumi anche banali che causano “la spalla dolorosa” con grave invalidità funzionale. Il tendine più spesso interessato dalla rottura è il sovraspinato (immagine 2A e 2B).


Nella colonna vertebrale tra le probabili cause di “mal di schiena” vi è l’ernia del disco. La RM consente di valutare la sede e la gravità dell’ernia discale orientando il percorso terapeutico (immagine 3A e 3B e 3C).


La nostra nuova RM è dotata di una bobina dedicata per lo studio dell’ATM. La disfunzione dell’articolazione temporo-mandibolare causa disturbi talora importanti; un corretto approccio terapeutico necessita di una diagnosi precoce e precisa (immagine 4A e 4B).


L’accuratezza diagnostica di una Risonanza Magnetica dipende dalla qualità dell’apparecchiatura associata alla competenza del Medico Radiologo.


GENERATORE DI ONDE D’URTO PIEZOELETTRICO

E’ un apparecchio innovativo in grado di modificare con precisione millimetrica la profondità di penetrazione dell’onda, “focalizzando” il fascio direttamente sull’area da trattare grazie all’utilizzo associato di guida ecografica.

1Clicca qui per approfondire

La terapia con le onde d’urto costituisce la metodica maggiormente diffusa per il trattamento extracorporeo delle patologie dei tessuti molli ed ossei in ortopedia, fisioterapia e riabilitazione.

Questo tipo di terapia, ad esempio, può essere utilizzata in caso di :

  • epicondiliti ed epitrocleiti (calcifiche e non)
  • fascite plantare (con o senza sperone calcaneale)
  • tendinopatia achillea
  • tendinopatia rotulea
  • tendinopatia della spalla (calcifica e non)
  • pubalgie
  • tendinopatie in genere
  • rigidità articolare
  • algodistrofia
  • morbo di De Quervain.

Nel nostro Centro la terapia utilizza onde d’urto di tipo focalizzato che presentano il vantaggio di permettere la precisa regolazione della profondità di penetrazione “focalizzando” l’energia direttamente sull’area da trattare.


DENSITOMETRO HOLOGIC QDR DISCOVERY Wi

Si tratta di un densitometro d’elezione a tecnica DEXA per eseguire scansioni ad assorbimento raggi x ad elevata qualità di segmenti corporei quali colonna lombare, femore prossimale, avambraccio e corpo intero.

Oltre agli esami di Densitometria Ossea si eseguono anche esami morfometrici quali morfometria vertebrale.

1Clicca qui per approfondire

Il Sistema Discovery – DENSITOMETRIA A RAGGI X (DEXA) – è una piattaforma di ultima generazione che offre allo Specialista la possibilità di una valutazione completa della salute delle ossa. L’esame rappresenta il riferimento a livello internazionale per lo screening osseo della colonna vertebrale e del collo del femore. Il Sistema consente scansioni singole in soli 10 secondi fornendo immagini di precisione e qualità superiore grazie alla tecnologia OnPass che elimina eventuali distorsioni garantendo il massimo comfort al Paziente che sta eseguendo l’esame.


I campi di applicazione sono molteplici:

  • analisi strutturata integrata dell’anca e della colonna (anche in decubito laterale)
  • valutazione delle fratture vertebrali
  • visualizzazione della calcificazione dell’aorta addominale
  • valutazione della composizione corporea totale (analisi della percentuale massa proteica e grassa, particolarmente indicata in Pazienti obesi o che si sottopongono a cure dimagranti)
  • valutazione della salute delle ossa nei pazienti pediatrici.

L’esame di densitometria ossea relativo al collo del femore, sarà completato con il calcolo secondo il Metodo Frax riconosciuto dall’OMS finalizzato a prevedere il rischio di frattura a 10 anni (maggiori informazioni sul sito: http://www.iofbonehealth.org).


STAMPANTE 3D PER REPLICHE SOLIDE

La stampante 3D viene utilizzata per la creazione di accurate repliche solide a partire dai dati DICOM della TC in campo odontoiatrico e ortopedico.

TECNOLOGIA DI AVANGUARDIA DOSE TRACK – REGISTRO DOSIMETRICO PERSONALE:

I raggi X sono una forma di radiazione con un elevato potere di penetrazione in grado di attraversare il corpo umano.

I raggi X, con l’impiego di strumenti e tecniche adeguati, possono essere utilizzati per produrre immagini delle strutture interne del corpo umano allo scopo di verificare la presenza di malattie o altri problemi.

1Clicca qui per approfondire

La dose di raggi X utilizzata negli esami di DIAGNOSTICA MEDICA è bassa e pertanto non in grado di causare danni al corpo umano.

La preoccupazione deriva dale ESPOSIZIONI RIPETUTE in grado di aumentare il rischio di indurre un “cancro da radiazioni”.

In considerazione del fatto che la dose di radiazioni assorbita dipende dal tipo di esame diagnostico eseguito, risulta di enorme importanza valutare la dose assorbita in ogni esame ed avere sempre sotto controllo gli esami eseguiti nel corso della vita.

Studio Futura ha predisposto per i suoi Pazienti un REGISTRO DOSIMETRICO PERSONALE che riporta la dose assorbita per la tipologia di esame eseguito.

Anche al fine di evitare la ripetizione di esami radiologici e monitorare l’esecuzione degli stessi, nella tabella dosimetrica da noi fornita sono predisposti dei campi liberi nei quali il Paziente può annotare gli esami eseguiti presso altre Sedi.


MAMMOGRAFO DIGITALE 3D CON TOMOSINTESI

Si tratta dell'ultima frontiera nella diagnosi senologica radiologica che avvalendosi della tomosintesi crea immagini con un’accuratezza diagnostica elevata.

Grazie ad un nuovissimo software, nei seni densi e quindi problematici, possiamo eseguire solo la tomosintesi 3D (invece che la mammografia 2D completata con la tomosintesi 3D come avveniva un tempo) e tramite una elaborazione dei dati ricavare la 2D (mammografia sintetica) con sensibile riduzione di dose di radiazioni per la Paziente.

1Clicca qui per approfondire

La più accurata ed efficace risposta dell’imaging mammografico per la diagnosi precoce del tumore al seno.

Nell’Europa Occidentale circa una donna su dieci manifesta clinicamente, nel corso della propria vita, un tumore mammario.

Il carcinoma della mammella rappresenta inoltre la prima causa di morte per tumore nel sesso femminile; nelle donne di età compresa tra i 35 ed i 55 anni esso costituisce addirittura la causa di morte più importante in assoluto, mentre in quelle di età superiore ai 55 anni è la seconda causa dopo le malattie cardiovascolari.

La mammografia è attualmente l’indagine più efficace per una diagnosi precoce.

La mammografia di screening ha dimostrato di ridurre significativamente la mortalità connessa con il cancro al seno (L. Nyström, et al, “Long-Term effects of mammography screening”, The Lancet March 2002). Negli ultimi anni infatti, l’avvento della mammografia digitale a pieno campo ha migliorato la qualità delle immagini e ha dimostrato di aumentare la sensibilità nei casi di seni densi.

Si basa su immagini a proiezione 2D, in cui le strutture patologiche possono essere oscurate e quindi non viste a causa della sovrapposizione dei tessuti. Strutture sovrapposte in grado di simulare le lesioni portano inoltre a falsi risultati positivi. Le immagini da mammografia convenzionale presentano quindi un limite diagnostico:l’interpretazione di più strati sovrapposti di tessutoproiettati in una immagine 2D. Esiste una chiara necessità clinica, non soddisfatta dalla tecnologia FFDM, di ottenere una modalità di imaging del seno in grado di fornire immagini 3D ad alta risoluzione, pur mantenendo invariati i livelli di dose rilasciati alla paziente e il budget economico di un mammografo 2D. Questa è la necessità clinica che la Tomosintesi digitale (DBT) va a soddisfare.

La DBT è uno strumento potente che può migliorare la diagnosi precoce del tumore al seno, in particolare in un seno denso. Si tratta infatti di una tecnica nuova e avanzata, che mira a supportare il lavoro del radiologo nella lotta quotidiana contro il cancro al seno. Per questo, IMS si dedica a fornire ai propri clienti i dispositivi più avanzati e innovativi.

Nel Centro Radiodiagnostico Studio Futura è attualmente in funzione l’innovativa unità Mammografica Digitale 3D Tomosintesi.

Questa apparecchiatura, unica nel suo genere, rappresenta l’ultima frontiera nella diagnosi senologica ed un validissimo alleato nella prevenzione di patologie tumorali purtroppo in costante aumento in base ai dati ufficiali dei centri di screening.

La tomosintesi consente di analizzare la mammella a “strati” scomponendola in tante singole immagini, una per ogni strato, che poi, sovrapposte, ricostruiscono la figura della mammella nella sua completezza.

Rispetto alla tradizionale mammografia che visualizza le immagini bidimensionalmente, la tomosintesi le visualizza tridimensionalmente evitando il rischio di sovrapposizioni delle strutture anatomiche e consentendo una maggiore accuratezza diagnostica.

Del tutto recentemente grazie a un nuovo Software possiamo eseguire solo la tomosintesi 3D e tramite una elaborazione dei dati ricavare la mammografia 2D (mammografia simil-tradizionale definita sintetica) con sensibile riduzione di dose di radiazioni per la Paziente.

Tale metodica risulta quindi particolarmente adatta allo studio di seni densi che possono così essere analizzati più specificatamente e nel dettaglio “rendendo visibili” lesioni che nell’immagine d’insieme risulterebbero altrimenti mascherate.

L’esecuzione dell’esame è paragonabile ad una mammografia digitale con il vantaggio di risultare meno fastidiosa per la Paziente.

La tomosintesi è dunque oggi uno strumento di indagine senologica imprescindibile per un adeguato studio mammografico tecnologicamente avanzato ed efficace.

Grazie alla tomosintesi è possibile quindi identificare precocemente le lesioni tumorali aumentando significativamente la sopravvivenza della Paziente.

Le differenze chiave tra la tomosintesi ottimizzata realizzata da IMS e le altre unità tomosintesi reperibili sul mercato.

Non tutte le unità Tomosintesi in commercio sono realizzate seguendo gli stessi criteri e ciò naturalmente porta a performance cliniche diverse da sistema a sistema. IMS ha sviluppato la propria unità Giotto Tomo usando soluzioni, brevettate e di proprietà, con angoli, dosi e metodo di ricostruzione ottimizzati.

IMS ha sviluppato la DBT di seconda generazione, uno strumento che implementa ottimizzazioni uniche e brevettate per fornire la migliore qualità di immagine con la minore dose rilasciata alla paziente.

Il dispositivo deriva da dieci anni di ricerca e studi clinici sui metodi di ricostruzione più avanzati, l’angolo di acquisizione ottimale, la distribuzione variabile della dose e un nuovo metodo di visualizzazione della tomosintesi per un più efficiente flusso di lavoro.


ORTOPANTOMOGRAFO E CBCT PLANMECA PRO-MAX 2D/3D

E’ una apparecchiatura digitale di ultima generazione con possibilità di imaging sia 2d che 3d, con risoluzione elevata e sistemi di riduzione della dose ottimizzati anche per la radiologia pediatrica.

E’ possibile eseguire studi diagnostici specifici per varie aree della radiologia odontoiatrica:

  • Imaging 2d: Ortopantomografia delle arcate dentarie, Teleradiografia del cranio, RX articolazione temporo-mandibolare.
  • Imaging 3d: CBCT volumi specifici per regione d’interesse e CBCT articolazione temporo-mandibolare.
  • Clicca qui per avere maggiori informazioni

APPARECCHI ECOGRAFICI DI ELEVATA QUALITA’

I nostri ecografi Philips Epiq e Philips Affiniti 70 sono dotati di un completo corredo di sonde.

E’ possibile studiare le patologie dell’addome superiore e inferiore nonché delle strutture muscolo-tendinee e delle parti molli.
E’ possibile eseguire anche eco-color-Doppler, ecocardiogrammi, ecografie ostetriche e ginecologiche ed ecografie pediatriche.

1Clicca qui per approfondire

Ecografia: cos’è e a cosa serve?

L’ecografia è uno tra gli esami più sicuri e importanti in medicina per le informazioni diagnostiche che può fornire al medico.

L’ecografia è del tutto indolore e viene eseguita utilizzando onde sonore, che sono completamente sicure per l'uomo. Un'ecografia produce immagini in tempo reale che possono immediatamente evidenziare la salute degli organi e anche il flusso sanguigno nei distretti arteriosi e venosi.

Conosciuto anche come ultrasonografia o ecotomografia, un esame ecografico dell’addome viene solitamente condotto a stomaco vuoto e vescica piena, a seconda degli organi che devono essere esaminati. L'esame dura generalmente 20-30 minuti al massimo, dopodiché il Medico ecografista prepara un referto che può essere inviato al proprio Medico Curante.

L’ecografia consente di studiare diversi organi quali: ghiandole salivari, tiroide, fegato, colecisti e vie biliari, milza, pancreas, reni e vie urinarie, vescica, prostata, utero e ovaie, linfonodi, mammelle, tessuti superficiali, strutture muscolo-tendinee e distretti venosi e arteriosi (mediante Eco Color Doppler).


Ecografia addominale

Viene eseguita un'ecografia addominale per esaminare più da vicino gli organi nella cavità addominale, inclusi fegato, milza, colecisti (o cistifellea), pancreas, reni e vie urinarie.

Esistono numerose patologie associate a questi organi, motivo per cui l'ecografia addominale è il tipo più comune di ecografia.

Il medico potrebbe prescriverti un'ecografia addominale per verificare o escludere la presenza di calcoli biliari, un aumento di volume di qualsiasi organo addominale (in particolar modo fegato e milza), pancreatite, calcoli renali o formazioni di tipo tumorale. L’ecografia dell’addome è uno dei modi più rapidi ed efficaci per diagnosticare uno qualsiasi di questi problemi in associazione con alcune analisi del sangue.

Oltre che rispondere a queste domande diagnostiche, un bravo Medico ecografista potrebbe usare l’ecografia anche come ausilio per l’esecuzione di procedure interventistiche quali biopsie o drenaggi.


Ecografia pelvica

Simile a un'ecografia addominale, l’ecografia pelvica per via sovrapubica (anche chiamata ecografia dell’addome inferiore) viene utilizzata per esaminare gli organi che risiedono all'interno del bacino. Nelle donne questi organi includono l'utero, le ovaie, la cervice uterina e la vescica.

Uno motivi per cui viene più comunemente utilizzato un esame pelvico è quello di verificare durante la gravidanza la salute del bambino nel grembo materno.

È molto probabile che ti venga prescritta un'ecografia pelvica se il tuo Medico sospetta problemi nella struttura delle ovaie o dell'utero, fibromi, cisti, sanguinamento anormale, problemi di fertilità, malattia infiammatoria pelvica, gravidanza ectopica o patologie tumorali.

Nei maschi, l'ecografia pelvica viene utilizzata per osservare la vescica, la ghiandola prostatica e le vescichette seminali. Qualsiasi problema o malattia sospetta in questi organi deve essere diagnosticata con un'ecografia pelvica. Potrebbe anche essere necessario eseguire un'ecografia pelvica se si sospettano calcoli, coaguli o tumori alla vescica.


Ecografia Muscolo-Tendinea

L'ecografia muscolare è considerata una delle tecniche di diagnosi più utili ma innocue per valutare le patologie di muscoli e tendini.

L'utilizzo delle onde sonore rende gli ultrasuoni completamente sicuri e non invasivi.

Per lesioni muscolari o altri problemi, non è sempre consigliabile utilizzare metodi invasivi, soprattutto se il paziente non ha indicazioni specifiche.

A differenza degli esami RX o delle scansioni TC, gli ultrasuoni muscolari sono del tutto innocui, poco costosi e possono essere eseguiti su un paziente tutte le volte che è necessario.

Un'ecografia muscolare potrebbe aiutare il medico a diagnosticare lesioni, ernie, rotture, ascessi, emorragie e persino diversi tipi di neoformazioni come cisti, lipomi, sarcomi, ecc.

Inoltre, l'ecografia muscolare viene utilizzata anche come metodo di chiarimento per la diagnosi e per monitorare il processo di guarigione del paziente dopo un infortunio, un intervento chirurgico o qualsiasi altra forma di trattamento.


Eco Doppler

Come accennato prima, l'ecografia viene utilizzata anche per monitorare il flusso di sangue nei vasi sanguigni, utilizzando una tecnica chiamata Eco Doppler.

Ecografia Pediatrica

L'ecografia pediatrica viene utilizzata per diagnosticare eventuali patologie o malformazioni agli organi per i bambini.

L'ecografia pediatrica è il metodo diagnostico più sicuro per i bambini in quanto non sono presenti radiazioni e non è necessario eseguire alcun tipo di sedazione o anestesia.


Ecografia Ginecologica

L'ecografia ginecologica, che può essere eseguita con approccio sovrapubico o transvaginale, viene utilizzata oltre che per monitorare lo stato di salute del bambino nel grembo materno, anche per molte patologie degli organi pelvici, quali malattie infiammatorie pelviche, patologie tumorali , oltre che per escludere la presenza di malformazioni fetali o complicanze della gravidanza.


Shear-Wave Technology

La tecnologia Shear-Wave, o elastosonografia, è un’evoluzione tecnologica degli esami a ultrasuoni.

Tale tecnologia viene attualmente utilizzata per aree specifiche del corpo tra cui seno, fegato, prostata, tiroide e persino l’apparato muscolo-scheletrico.

È una procedura completamente non invasiva ed è un'alternativa efficace e sicura alla biopsia per determinate patologie, consentendo di identificare diversi tipi di tessuto dalla loro elasticità oltre a distinguere facilmente anche tra strutture anatomiche e lesioni focali.


Hai bisogno di informazioni?

CHIAMACI

011 9203624

SCRIVICI

info@studiofutura.com